SHUTTERSTOCK

Il Dipartimento di Giustizia e 8 Stati hanno chiesto lo smantellamento delle attività di tecnologia pubblicitaria del colosso web

La decisione è arrivata. Gli Stati Uniti faranno causa a Google per la pubblicità online. Il Dipartimento di Giustizia e 8 Stati hanno accusato il colosso del web di monopolio illegale sul mercato. Per questo, come ha riferito Bloomberg, chiedono lo smantellamento delle attività di tecnologia pubblicitaria dell’azienda di Mountain View.

«Google abusa del suo potere monopolistico per svantaggiare gli editori di siti web e gli inserzionisti che osano utilizzare prodotti di tecnologia pubblicitaria della concorrenza alla ricerca di risultati di qualità superiore o a basso costo» si legge nella dichiarazione del Dipartimento di Giustizia nella denuncia che è stata sottoscritta, tra gli altri, anche da New York, California e Virginia.

Ad annunciare il procedimento il nuovo capo della divisione Antitrust del dipartimento Jonathan Kanter. Non sarà l’unico per Google: il processo per le cause avanzate nell’autunno del 2020, durante l’amministrazione Trump, è previsto per quest’anno.

di: Francesca LASI

FOTO: SHUTTERSTOCK