funerale vialli londra

Nella città in cui viveva si sono tenuti i funerali in forma privata alla presenza di una 30ina di persone. Presenti Mancini, Ferrara, Mauro e Gravina

Si sono tenuti ieri pomeriggio a Londra i funerali in forma strettamente privata di Gianluca Vialli. L’ultimo addio al calciatore scomparso lo scorso 6 gennaio proprio nella Capitale inglese a causa di un tumore al pancreas. Poco dopo la scomparsa si era tenuta la messa in suffragio nella sua città natale, Cremona, dove tantissimi fra amici, ex compagni di squadra e ammiratori lo hanno salutato per l’ultima volta.

Alla cerimonia, che si è svolta in un cimitero alla periferia di Londra, hanno partecipato una trentina di persone: la famiglia, i genitori e pochi intimi. Immancabili il presidente della Figc Gabriele Gravina e gli amici di sempre Roberto Mancini, Ciro Ferrara e Massimo Mauro, con l’allenatore della nazionale d calcio e l’ex calciatore del Napoli che hanno aiutato a portare la bara di Vialli insieme ai suoi fratelli.

La sepoltura del campione è rimasta ignota.

«Su Luca credo sia stato detto tutto, è stato un grande uomo e una grande persona. Bisogna ringraziare il presidente Gravina per averci dato la possibilità di poter lavorare insieme. Gli anni dell’Europeo sono stati importanti e gli hanno dato una gioia immensa, purtroppo è così. Luca è uno di quei personaggi che saranno sempre con noi, immortali – è il ricordo di Mancini, che relativamente alle parole di Dino Baggio spiega: – non ho idea, bisogna andarci con i piedi di piombo con queste dichiarazioni. Purtroppo queste cose accadono a tutti, chi gioca e chi non gioca».

di: Marianna MANCINI

FOTO: ANSA/LUCA ZENNARO