ANSA/RICCARDO ANTIMIANI

Il leader 5S: “nostro programma è riformista”

Il leader del Movimento pentastellato Giuseppe Conte si è detto contrario alla creazione di un “campo largo” con Pd, Italia Viva e Azione. «Da esterno invito il Pd a svolgere i lavori congressuali e cercare di approfondire il tema della traiettoria politica, in particolare sul tema del confronto con altre forze politiche. Non vorrei che terminassero il percorso congressuale avendo tra le mozioni finali il campo largo e ipotizzando che il M5S possa lavorare con loro convivendo con Italia Viva e Azione perché il nostro programma riformista non ha nulla a che vedere con quello di Italia Viva e Azione. Decidano bene cosa vogliono fare in futuro, ma noi con l’efficientismo pragmatismo con venature affariste non abbiamo niente a che fare».

Conte ha dichiarato anche di non credere all’idea del “voto utile”: «noi non siamo per la logica del voto utile, del voto del meno peggio, secondo noi con queste logiche non si va da nessuna parte e i cittadini sono stanchi, vogliono programmi coerenti e chiari. Questa è la ragione per cui per noi non basta dirsi progressisti, bisogna agire da progressisti e il nostro è stato un percorso lineare».

di: Micaela FERRARO

FOTO: ANSA/RICCARDO ANTIMIANI