L’evento, molto raro, è avvenuto a Wales, cittadina a nord-ovest di Nome, nell’Alaska occidentale. L’esemplare è stato ucciso da un residente

Un orso polare ha attaccato un villaggio isolato dell’Alaska occidentale, uccidendo due persone, una donna e un ragazzo. La notizia è riportata dall’emittente KTUU.

Stando a quanto riferito dall’agenzia di polizia dello Stato, gli Alaska State Troopers, gli agenti avrebbero ricevuto la segnalazione dell’attacco alle 14.30 ora locale di martedì 17 gennaio a Wales, nell’estremità occidentale della penisola di Seward. “L’orso polare è entrato nella comunità e ha inseguito diversi residenti“, ha poi ucciso le due vittime – al momento sconosciute – prima di essere colpito e ucciso a sua volta da un residente locale.

Quello avvenuto a Wales, piccola cittadina prevalentemente Inupiaq di circa 150 persone, poco più di 160 chilometri a nord-ovest di Nome, è un evento raro: l’ultima vittima di un attacco mortale da parte di un orso risale al 1990 ed è avvenuto più a nord di Wales, nel villaggio di Point Lay.

Sembrerebbe che l’esemplare autore della strage, mostrasse segni di fame, secondo quanto dichiarato dai biologi e riportato dall’Anchorage Daily News.

di: Alessia MALCAUS

FOTO: SHUTTERSTOCK