ANSA/ETTORE FERRARI

La Juve batte lo Spezia 2-0

L’ultima partita di giornata va in scena all’Olimpico, qui la Roma sfida il Verona.

Gli uomini di Mourinho sono a caccia dei tre punti utili per rimanere nelle prime quattro della classifica e proseguire la corsa alla Champions League.

Il Verona lotta invece per la salvezza e il tecnico ha ricordato ai gialloblu: «dobbiamo pensare a continuare sulla nostra strada, senza sbagliare la prestazione e facendo una gara aggressiva, mettendoci grande attenzione e concentrazione. In questo periodo abbiamo fatto bene, ma paradossalmente la classifica dice che siamo ancora terzultimi: è un dato oggettivo e dobbiamo averlo ben chiaro».

Al 45esimo si sblocca il match con la rete di Solbakken su passaggio di Spinazzola. 1-0 per i giallorossi.

Lo schema scelto è lo stesso per entrambe le squadre, uno 3-4-2-1. In campo per la Roma: Rui Patricio; Ibanez, Smalling, Mancini; Spinazzola, Bove, Cristante, Karsdorp; El Shaarawy, Solbakken; Abraham. Per l’Hellas Verona: Montipò; Dawidowicz, Hein, Magnani; Doig, Duda, Tameze, Depaoli; Lazovic, Ngonge; Gaich.

Spezia-Juventus 0-2

Lo Spezia, quartultimo in classifica, spera nell’impresa di battere la Juventus. In campionato l’unica vittoria della squadra ligure risale al 15 gennaio contro il Torino.

La Juventus scende in campo con l’obiettivo di conquistare il settimo posto.

Al 32esimo arriva il primo gol con il tiro di Kean che gonfia la rete e porta la Juventus in vantaggio. Il gol del raddoppio arrivo al 67esimo con la rete di Di Maria..

I bianconeri scendono in campo con un 3-5-2 composto da: Perin; Danilo, Rugani, Alex Sandro; Cuadrado, Paredes, Locatelli, Rabiot, Kostic; Kean, Vlahovic. Spesso schema per i liguri, in campo: Dragowski; Ampadu, Amian, Nikolaou; Gyasi, Bourabia, Ekdal, Agudelo, Reca; Verde, Shomurodov.

di: Flavia DELL’ERTOLE

FOTO:ANSA/ETTORE FERRARI