EPA/ABIR SULTAN

Il leader della destra radicale ha raggiunto un accordo con Netanyahu

Il nuovo ministro della Sicurezza nazionale israeliano sarà Ben Gvir, controverso leader di destra radicale, che ha raggiunto un accordo con Netanyahu.

Il partito di Ben Gvir avrà altri due dicasteri (di nuova formazione): quello dello ‘Sviluppo del Negev (regione del sud del Paese) e della Galilea’ (nord) e l’altro denominato ‘Retaggio ebraico’.

Con il suo nuovo incarico, il ministro potrà controllare la Polizia di frontiera israeliana in Cisgiordania, forte di oltre 2mila soldati che hanno tra l’altro il compito di fronteggiare disordini, compiere arresti ed evacuare gli insediamenti illegali ebraici nei Territori Palestinesi.

Queste mansioni erano prima alle dirette dipendenze del Comando centrale dell’esercito.

Ben Gvir è un sostenitore dell’annessione ad Israele della Cisgiordania.

di: Micaela FERRARO

FOTO: EPA/ABIR SULTAN