Il testo licenziato dall’istituzione fa riferimento ai casi di Patrick Zaki, Giulio Regeni, Mahinour Al Masry e all’organizzazione della Cop27

Il Parlamento europeo è intervenuto sulla questione Patrick Zaki e altre presunte violazioni dei diritti perpetrate dall’Egitto.

L’istituzione, infatti, ha detto di deplorare “profondamente” la mancanza di diritti e libertà politiche fondamentali in Egitto e ha ribadito la sua ferma condanna del diffuso ricorso alla tortura da parte degli apparati di sicurezza.

Nel testo, licenziato con 326 voti favorevoli, 46 contrari e 186 astensioni, Il Pe invitato Il Cairo a revocare i divieti di viaggio nei confronti di Patrick Zaki e Mahinour Al Masry e condanna le repressioni avvenute a Sharm El-Sheikh nel contesto dell’organizzazione della Cop27.

Infine, guardando all’Italia, il Pe ha inviato il Paese nordafricano a collaborare con le autorità italiane nelle indagini per la morte del ricercatore Giulio Regeni.

di: Alessia MALCAUS

FOTO: PIXABAY