EPA/PAOLO AGUILAR

Il presidente ha criticato la scelta del Parlamento di rifiutare la questione di fiducia, dicendo di aver accettato le dimissioni di Torres

Dopo le dimissioni del premier Aníbal Torres, il presidente peruviano Pedro Castillo annuncia un rimpasto di governo.

L’annuncio della scorsa notte in radio-televisione arriva dopo che il Parlamento si è rifiutato di esaminare una richiesta di voto di fiducia posta dal governo con l’obiettivo di abrogare una legge peruviana che impedisce il diritto dei cittadini di esprimersi attraverso i referendum.

«Ho accettato le dimissioni del premier, che ringrazio per il lavoro svolto e per questo mi metto al lavoro per rinnovare la compagine governativa», ha detto Castillo rammaricandosi per la scelta del Parlamento e criticando duramente quei “gruppi parlamentari che con la loro azione hanno impedito la volontà del governo di restituire alla cittadinanza il diritto di ad una partecipazione politica diretta attraverso l’istituto del referendum“.

«Rinsavite, parlamentari, perché le grandi aspirazioni e gli interessi della cittadinanza non possono essere vanificati da interessi esagerati di alcune élite o minoranze», ha aggiunto invitato l’istituzione a rispettare lo stato di diritto costituzionale, la democrazia e l’equilibrio dei poteri.

di: Alessia MALCAUS

FOTO: ANSA/EPA/PAOLO AGUILAR