ANSA/WEB/SOTHEBY'S

La gigantesca serigrafia della serie “Morte e Disastri” raffigura due auto coinvolte in incidente stradale ripetute per 19 volte

Sotheby’s a New York ha venduto White Disaster (White Car Crash 19 Times) di Andy Warhol per 85,4 milioni di dollari, una cifra “monumentale”.

Il quadro datato 1963 è una gigantesca serigrafia alta più di tre metri e mezzo di due auto sfasciate in un incidente stradale moltiplicata 19 volte e fa parte della serie Morte e Disastri che caratterizza il periodo in cui l’artista era ossessionato da immagini macabre. Tra le altre si ricordano anche la nuvola di una bomba atomica e sedie elettriche, ma fa parte del periodo anche la serigrafia di Marilyn Monroe creata dopo il suo suicidio nel 1962.

Secondo l’esperto di Sotheby’s per l’arte contemporanea, David Galperin, nell’opera di Warhol si può rintracciare una corrente religiosa tanto da poter mettere in relazione la scala di White Disaster – il più grande della serie – con le grandi pale d’altare delle chiese cattoliche. Anche molti dei ritratti che lo hanno reso famoso, tra cui quello di Mao e Jackie Kennedy, oltre la stessa Monroe, riprenderebbero le icone tipiche delle chiese di rito bizantino che l’artista aveva frequentato da ragazzo a Pittsburgh insieme alla famiglia.

di: Alessia MALCAUS

FOTO: ANSA/WEB/SOTHEBY’S