SHUTTERSTOCK

Il sovrano del Regno Unito ha deciso di vietare l’acquisto e il consumo di fegato d’oca durante banchetti pubblici e privati

Carlo III “rispolvera” la sua vena ambientalista (e questa volta animalista). Il sovrano del Regno Unito ha deciso di bandire il foie gras dalle tavole di tutte residenze reali.

La decisione è stata annunciata dal suo staff in una lettera inviata alla Peta (People for the Ethical Treatment of Animals), nella quale si specifica che il fegato d’oca non sarà più acquistato né servito- in banchetti pubblici o privati, cerimoniali o familiari – a Buckingham Palace, nella residenza scozzese di campagna di Balmoral, in quella inglese di Sandringham, a Windsor e a Hillsborough.

Il bando è arrivato dopo le sollecitazioni e le campagne degli attivisti animalisti, che da sempre si battono contro il consumo del fegato d’oca. Il foie gras, infatti, viene prodotto tramite la pratica del gavage, denunciata come crudele, che consiste nell’ingozzamento forzato di oche e anatre, obbligate a ingerire grassi e cibo in quantità nettamente superiori al loro fabbisogno giornaliero. 

Da sempre impegnato di campagne per l’introduzione di standard più naturali nel settore degli allevamenti e dell’agricoltura, Carlo aveva rinunciato a mangiare foie gras già 10 anni fa.

di: Francesca LASI

FOTO: SHUTTERSTOCK