ANSA/CROCE ROSSA ITALIANA

Poco distante da Bari un 20enne prima di suicidarsi ha sparato alla fidanzata 18enne

Un ragazza di appena 18 anni si trova in ospedale in gravissime condizioni a causa del tentato omicidio compiuto dal fidanzato. Il 20enne avrebbe infatti sparato due colpi al petto della ragazza prima di suicidarsi, sempre con la stessa pistola, nella notte del 16 novembre.

Le condizioni della giovane sono in miglioramento: è stata estubata dopo essere stata sottoposta a drenaggio toracico. I medici non hanno ancora sciolto la prognosi e la ragazza rimane nel reparto di rianimazione.

Alla base del gesto sembra esserci stato un litigio finito male: a dare l’allarme sono stati i vicini di casa, spaventati prima dalle urla, poi dai colpi d’arma da fuoco. Al momento dello scontro la figlia della coppia, poco più di un anno d’età, non era in casa.

I militari hanno recuperato l’arma del delitto.

La ricostruzione è stata fatta dai carabinieri. Il 20enne era di origine albanese, mentre la ragazza originaria del Marocco, i due sono stati ritrovati in un’abitazione di Cassano delle Murge, a 30 km da Bari.

di: Flavia DELL’ERTOLE

FOTO: ANSA/CROCE ROSSA ITALIANA