EPA/NEIL HALL

Un tribunale londinese ha sbloccato nuove accuse relativi a presunte aggressioni sessuali avvenute tra il 2001 e il 2004

Non c’è pace per Kevin Spacey: l’attore statunitense con cittadinanza britannica dovrà affrontare nuove accuse di abusi a sfondo sessuale. Un tribunale di Londra, infatti, ha autorizzato altri 7 capi di accusa, di cui tre di “aggressione indecente”, tre di aggressione sessuale e un’accusa di aver “indotto una persona a compiere attività sessuali senza consenso”, per un totale di 12.

I reati ora contestati si riferirebbe a una serie di aggressioni sessuali ai danni di un uomo tra il 2001 e il 2004 indagate da Scotland Yard. Il giudice Wall ha fissato un processo di tre o quattro settimane a partire dal 6 giugno del 2023.

Rosemary Ainslie, capo della Divisione crimini speciali del Crown Prosecution Service, ha ricordato “a tutti gli interessati” che il procedimento penale contro Spacey “è attivo” e che “egli ha diritto a un processo equo”.

Lo scorso mese il premio Oscar era stato scagionato da un tribunale civile americano dall’accusa di avere compito abusi sessuali nei confronti di un ragazzo all’epoca dei fatti 14enne. A luglio, invece, si era presentato a un tribunale di Londra per negare cinque accuse relative a tre uomini, ora 30enni e 40enni, ottenendo la libertà provvisoria fino a un’ulteriore udienza prevista per l’anno prossimo.

di: Alessia MALCAUS

FOTO: ANSA/EPA/NEIL HALL