EPA/IGOR KUPLJENIK

Al ballottaggio la candidata indipendente ha ottenuto il 53,86%

Si sono svolti i ballottaggi in Slovenia ed è stata Nataša Pirc Musar a essere eletta come presidente. Si tratta del primo Paese ex jugoslavo a essere guidato da una donna.

La candidata indipendente ha ottenuto il 53,86% dei voti, mentre lo sfidante, il conservatore e Anže Logar, si è arrestato al 46,14%. Pirc Musar prenderà il posto di Borut Pahor ufficialmente il 23 dicembre. La nuova presidente ha lavorato per anni come giornalista in televisione, è un’avvocata e ha 54 anni, si è distinta soprattutto per le battaglie legali per la libertà dei diritti civili, il diritto all’informazione e la difesa dei diritti umani.

Tra le prime a congratularsi con la neopresidente spicca Ursula von der Leyen che scrive su Twitter: «congratulazioni Nataša Pirc Musar per la sua elezione a Presidente della Repubblica di Slovenia. Come prima donna a essere eletta presidente della Slovenia, ha aperto la strada alle generazioni future. Non vedo l’ora di lavorare con lei. Condividiamo l’obiettivo di un’Unione sempre più forte, democratica e resiliente».

di: Flavia DELL’ERTOLE

FOTO: ANSA/EPA/IGOR KUPLJENIK