Trovata ancora cucciola in fin di vita, il suo rapporto con Lilo l’ha salvata. Oggi gioca e fa escursioni con la sua famiglia

È nata gatta ma si comporta come un cagnolino: è la curiosa storia di Rosie, compagna di vita e di giochi, oltre che apparente capobranco, di tre siberian husky, Lilo, Infinity e Mika.

Rosie ha avuto un inizio di vita un po’ turbolento. Quando i suoi padroni l’hanno soccorsa ancora cucciola, infatti, era in fin di vita, debole, letargica e non in grado di mangiare. Le speranze di salvarla erano molto poche così hanno deciso di affidarla a Lilo che già in passato aveva accudito dei gattini abbandonati.

Lilo ha fatto da mamma a Rosie e questa ha iniziato a nutrirsi e recuperare le forze. Nonostante i loro padroni fossero decisi a non adottare la gattina ma solo a soccorrerla, vedendo il legame che si era instaurato con il cane non hanno potuto fare altro che accoglierla in casa.

Rosie, quindi, è ormai abituata a seguire la sua famiglia umana e canina ovunque: con la sua pettorina fa escursioni e va al negozio di animali per il rifornimento di cibo. E ancora, mette la testa fuori dal finestrino, porta giocattoli e gioca al tiro alla fune con i peluche e, soprattutto, aiuta i suoi padroni ad accudire nuovi gattini in difficoltà.

di: Alessia MALCAUS

FOTO: PIXABAY