ANSA/EPA/CHEONG WA DAE

I due cagnolini dal pelo bianco e lungo si trovo al centro di una contesa tra l’ex e l’attuale presidente della Corea del Sud

Gomi e Songgang sono due Pungsan donati da Kim Jong-un a Moon Jae-in nel 2018.

Moon Jae-in ha avuto cura dei cani donati dal leader della Corea del Nord grazie alla modifica di una legge che gli ha consentito di tenerli in custodia. I due animali sarebbero dovuti infatti rimanere nella disponibilità dello Stato, sotto il controllo degli Archivi presidenziali, ma data la mancanza di strutture adeguate erano stati affidati a Moon Jae-in anche grazie al parere del ministero degli Interni.

La modifica della legge che ha reso possibile all’ex presidente di tenere con sé i due cani implicava un sostegno finanziario, una somma che il governo avrebbe versato all’ex presidente per sostenere la cura dei due animali.

Moon Jae-in alla fine del suo mandato ha portato i cani sua residenza personale di Yonsan, oggi ha reso noto che dal governo di Yoon Suk-yeol è arrivato un dietrofront sulla modifica di legge e sui quasi duemila euro al mese (2,5 milioni di won) che avrebbe dovuto ricevere. Il leader del governo di Seul ha voluto precisare che la restituzione dei cani “sarà una decisione interamente attribuibile all’ex presidente Moon Jae-in“.

di: Flavia DELL’ERTOLE

FOTO: ANSA/EPA/CHEONG WA DAE