EPA/JAN WOITAS

Un’opera di body performance e crowd-art, impreziosita da musiche, luci, cosplayer e appassionati per festeggiare il franchise più amato del mondo videoludico

Assassin’s Creed, tra le saghe più amate di Ubisoft e di sempre nel settore videoludico, compie 15 anni. Per festeggiare il suo compleanno la community italiana ha dato vita, in occasione del Lucca Comics & Games 2022 conclusosi lo scorso 1° novembre, a un’opera di crowd-art.

Centinaia di cosplayer hanno hanno sfilato indossando i costumi dei vari protagonisti del colosso franco-canadese per rendere vivente l’installazione artistica ideata e creata da Neoludica dal titolo Assassin’s Creed – Il Sapere rende liberi.

«L’informazione è una cosa sana e fa parte di una vera democrazia. L’eccesso creato dalla rete e dai social sta mettendo a duro rischio il concetto stesso d’informazione e libertà». Così viene descritta l’opera di Debora Ferrari e Luca Traini, ispirata a una massima di Socrate presente anche in Odyssey, capitolo della saga rilasciato nel 2018.

Al centro dell’installazione è stata posta la Mela dell’Eden presente anche nel videogioco, intorno 45 cosplayer si sono suddivisi in tre cerchi concentrici da 15 personaggi così da simboleggiare l’irradiazione della conoscenza dal centro della consapevolezza al resto del mondo. Ognuno di loro, inoltre, ha mostrato in mano un oggetto: nel primo cerchio, 15 libri storici che hanno ispirato la saga; nel secondo, altrettanti libri dedicati alla Game Art; nel terzo e ultimo, 15 controller a indicare i nuovi orizzonti che è possibile esplorare proprio grazie al videogioco.

L’opera, che attinge dunque alla Body Performance Art, è stata inoltre impreziosita dalle colonne sonore dei vari capitoli di Assassin’s Creed e da quattro bracci radianti che hanno coinvolto tutti i cosplayer spettatori.

di: Alessia MALCAUS

FOTO: ANSA/EPA/JAN WOITAS