sunak

Il premier britannico aveva inizialmente smentito la sua presenza alla conferenza sul clima di novembre visti gli impegni con la finanziaria

Potrebbero esserci novità rispetto all’annuncio ufficioso con il quale qualche giorno fa Downing Street negava la partecipazione del nuovo premier britannico al Cop27 a Sharm-el-Sheik. La decisione era stata giustificata dai molti impegni del neo-eletto primo ministro, al lavoro sulla maxi-manovra finanziaria che qualche settimana fa ha portato al tracollo politico di Liz Truss.

Secondo alcune fonti citate dalla Bbc esiste ancora qualche possibilità sul fatto che Sunak prenda parte all’imminente conferenza internazionale Onu sui cambiamenti climatici.

La mancata partecipazione di Londra aveva destato non poche perplessità e non solo fra gli ambientalisti, alimentando timori sul rispetto degli impegni assunti in occasione del Cop26 del 2021 presieduto proprio da Johnson.

Ora stando alle fonti “Rishi Sunak desidera andare” e lascia dunque aperto uno spiraglio, compatibilmente con la sua agenda interna. La Cop27 è in programma dal 6 al 18 novembre, mentre Sunak dovrà presentare la finanziaria autunnale alla Camera dei Comuni il 17 novembre.

Re Carlo III, rispettando quanto stabilito dal Governo di Truss, non prenderà parte all’evento. Il “re ambientalista” ha dunque deciso di ospitare un evento a Buckingham Palace per raccogliere tavole rotonde di discussione sul tema.

di: Marianna MANCINI

FOTO: ANSA/EPA/ANDY RAIN