air force

Washington rafforzerà la propria presenza militare nel Paese con 6 Air-Force B-42

Come ha raccontato il programma televisivo statunitense Four Corners, gli Usa sono in procinto di rafforzare la propria presenza militare in Australia, attraverso il dispiegamento di 6 B-42 con capacità nucleare destinati, in caso di conflitto con la Cina, ad avere un ruolo determinante.

Washington costruirà anche nuove strutture per grandi aerei nella base di Tindal, oltre a protrarre l’espansione della base di tracking satellitare di Pine Gap. Quest’ultima avrebbe un ruolo decisivo anche nel ricercare siti missilistici e centri di comando cinesi.

Un avvertimento a Pechino secondo alcuni analisti, fra cui Becca Wasser del Centre for New American Security: «avere bombardieri che potrebbero raggiungere e potenzialmente attaccare la Cina continentale – spiega la ricercatrice – manda un segnale alla Cina che una qualsiasi azione su Taiwan potrebbe allargarsi. E l’arco di tempo sarebbe tra il 2025 e il 2027».

Nell’area del pacifico sono in corso anche esercitazioni congiunte di Usa e Corea del Sud, in deterrenza ai test balistici della Corea del Nord che fanno tremare l’area.

di: Marianna MANCINI

FOTO: ANSA/EPA/RITCHIE B. TONGO