L’esemplare di pittima proveniente dall’Alaska e diretto in Nuova Zelanda ha sbagliato rotta arrivando fino in Tasmania

13.560 chilometri in 11 giorni: è questo il nuovo record, segnato da una giovane pittima, del più lungo volo non-stop di qualsiasi uccello migratorio. Il precedente primato di 13.050 chilometri era stato stabilito da un esemplare adulto nel 2021.

L’esemplare è stato monitorato tramite satellite e munito di un minuscolo pannello solare e di un chip GPS assicurati su una pettorina, per un peso totale di cinque grammi. Secondo gli esperti potrebbe essersi perso durante durante la rotta, allungando così il tragitto fino al nord della Tasmania dove è giunto lo scorso 24 ottobre dall’Alaska. «Si tratta di un’impresa davvero notevole. Gli albatros possono volare per 20.000 chilometri in un viaggio, ma lungo la traversata possono planare in acqua e alimentarsi», ha spiegato l’ornitologo Eric Woehler di BirdLife Tasmania

La pittima reale (nome scientifico, Limosa limosa) è un uccello migratorio in grado di compiere tragitti molto lunghi senza effettuare soste, in particolare dall’Alaska all’isola settentrionale della Nuova Zelanda, “ingrassando” prima della partenza per poi consumare la metà del loro peso corporeo in volo.

di: Alessia MALCAUS

FOTO: PIXABAY