EPA/MICHAEL REYNOLDS

Il 18 novembre esce il nuovo titolo della Nintendo per Switch, dubbiosi i fan

Probabilmente è la saga di videogiochi più amata in tutto il mondo, la punta di diamante della casa di produzione giapponese Nintendo; e dal 18 Novembre la storia dei mostriciattoli ‘tascabili’ detti Pokemon (che significa appunto Pocket Monster) si arricchirà con un nuovo titolo, pensato per console Switch: Pokemon Scarlatto e Violetto.

Il titolo ha suscitato grandi aspettative ma anche sollevato già le prime polemiche, soprattutto dei fans più sfegatati. Che sarebbero quelli delusi da alcune funzioni mancanti nel gioco, ad esempio la possibilità di ‘passeggiare’ con accanto il proprio Pokemon (un dettaglio molto amato dei giochi precedenti e gradualmente scomparso nelle nuove console).

I Pokemon contano milioni di fans in tutto il mondo, e sono stati anche riprodotti in un film, “Detective Pikachu”, del 2019, in cui a dare la voce al topo elettrico era Ryan Reynolds (‘Deadpool’ per i cinefili). Non solo divertimento: nel videogioco negli anni sono stati trattati anche temi estremamente attuali, dall’antispecismo alla guerra, fino al riscaldamento climatico. Un esempio? Per sensibilizzare il pubblico sui danni della barriera corallina a causa del riscaldamento delle acque oceaniche, nel gioco a partire dalle nuove generazioni per Switch è comparso Corsola (il pokemon corallo) fantasma: sbiancato e spiritato, un monito e un richiamo alla salvaguardia degli ecosistemi marini.

di: Caterina MAGGI

FOTO: EPA/MICHAEL REYNOLDS