ANSA/EPA/MARIO GUZMAN

Il Dia de Los Muertos si celebra tra il 28 ottobre e il 2 novembre per ricordare chi non c’è più. Secondo alcune rcdenze, le anime dei defunti ritornano per un giorno

Città del Messico si prepara a festeggiare il Dia de Los Muertos, il Giorno dei Morti celebrazione di origine precolombiana dedicata al ricordo dei defunti.

Oltre 180 artigiani hanno decorato 32 ‘altari’ nella piazza principale della Capitale. Per le decorazioni sono stati utilizzati circa 5.000 cempasúchil, o fiori di calendula.

È prevista anche un’esibizione di oltre 30 donne-scheletri giganti con costumi tradizionali, rappresentazione di Catrina, la rappresentazione femminile del estino e della morte.

Il Giorno dei Morti, che si festeggia tra il 28 ottobre e il 2 novembre, è una delle ricorrenze più importanti in Messico. Unisce le osservanze cattoliche della Commemorazione dei defunti con alcune usanze preispaniche come quella di offrire cibo, fiori, sigari e tequila alle anime che, secondo la credenza, ritornano per un giorno.

di: Francesca LASI

FOTO: ANSA/EPA/MARIO GUZMAN