EPA/LEONHARD SIMON

Il ragazzino è entrato in chiesa, ha estratto un coltello e si è ferito più volte

Sabato sera, poco prima della messa, un ragazzino della comunità di Vallesabbia, in provincia di Brescia, è entrato in chiesa e ha tentato il suicidio.

Il giovane era conosciuto essendo un chierichetto e quando è entrato andando verso gli altri ragazzi già pronti per servire messa nessuno ha fatto caso a lui. Arrivato in chiesa, però, anziché unirsi agli altri ragazzi ha estratto un coltello e ha iniziato a infliggersi ferite.

La motivazione del gesto sarebbe stata quella di essere “stanco di vivere”. All’interno della chiesa erano presenti già diverse persone che sono riuscite a intervenire ed evitare il peggio, soprattutto aspettava la funzione un medico che ha prestato il primo soccorso al giovane prima dell’arrivo dell’ambulanza che l’ha portato all’ospedale Civile di Brescia.

Le ragion più profonde del gesto sono ancora da chiarire, i carabinieri hanno accertato che il coltello sia stato portato da casa, dimostrando che l’azione era intenzionale.

di: Flavia DELL’ERTOLE

FOTO: EPA/LEONHARD SIMON