EPA/TANNEN MAURY

Il fiume più grande del Nord America tocca i minimi storici, troppa poca pioggia

La siccità non risparmia niente e nessuno, neanche il celebre fiume statunitense Mississippi.

A causa delle scarsissime precipitazioni delle ultime settimane, infatti, il corso d’acqua ha già toccato il suo record minimo in alcune aree dal Missouri e verso il sud fino alla Louisiana. Ora le immagini riprese da un drone mostrano un’area del letto a Tiptonville, in Tennessee, completamente prosciugata mentre in condizioni normali sarebbe sommersa.

I livello d’acqua troppo bassi hanno reso necessario imporre, da parte della guardia costiera, restrizioni alle vie navigabili e l’interruzioni dei viaggi sul fiume per gli spedizionieri, i diportisti e i passeggeri di una linea di crociera, mentre le chiatte sono rimaste bloccate nel fango.

Si teme ora per la salute del comparto economico che gira intorno al fiume: se, come dicono le previsioni, il livello si abbasserà ancor, si teme per l’attività economica della regione.

Il Mississippi, insieme al fiume Missouri, infatti, costituisce uno dei più imponenti sistemi idrici del mondo e sicuramente il più importante dell’America Settentrionale, sia per la quantità di acque drenate e convogliate sia per la vasta navigabilità dei fiume e dei loro vari affluenti.

di: Alessia MALCAUS

FOTO: ANSA/EPA/TANNEN MAURY