URBANI

I legali della famiglia: “accertati i fatti la ragazza si poteva salvare”

È stato condannato a 14 anni di carcere lo spacciatore Abdulaziz Rajab, che vendette a Maddalena Urbani la droga che la uccise.

Il pusher è stato accusato di omicidio volontario con dolo eventuale.

Urbani era la figlia 21enne di Carlo Urbani, il medico-eroe che per primo isolò la Sars.

Secondo il legale della famiglia, accertati i fatti è emerso che la ragazza poteva essere salvata: «quello che interessava alla famiglia era che venissero accertati i fatti e capire che, se soccorsa, la ragazza si sarebbe salvata. Hanno avuto oltre 15 ore per chiamare i soccorsi ma lo hanno fatto solo quando era morta».

di: Micaela FERRARO

FOTO: ANSA