SHUTTERSTOCK

Tre gli arresti in totale, atto premeditato dai carnefici

Avevano preso familiarità con il posto, fatto sopraluoghi, curato l’agguato in ogni minimo dettaglio.

Così avrebbero messo fine alla vita di un uomo pregiudicato a Soriano nel Cimino, il 7 agosto scorso; due auto gli avrebbero bloccato la strada mentre i killer esplodevano sei colpi contro la vittima, uccidendolo sul colpo. Dietro il piano, ci sarebbe stata la cognata di 48 anni, che avrebbe fornito agli assassini tutti i dettagli necessari per l’appostamento.

Oggi è finita in manette a seguito delle indagini coordinate dalla Procura di Viterbo, dopo che il 14 settembre altri due responsabili erano stati arrestati dalle forze dell’ordine. Non è ancora chiaro il movente.

di: Caterina MAGGI

FOTO: SHUTTERSTOCK