ANSA/EPA/YURI KOCHETKOV

La navetta russa si è agganciata al modulo Rassvet dopo un viaggio di circa tre ore

La navicella russa Soyuz MS-22, lanciata dalla base di Bajkonur in Kazakistan, si è agganciata al modulo russo Rassvet della Stazione Spaziale Internazionale (ISS) dopo un viaggio di circa tre ore.

Al comando Sergei Prokopiev, futuro comandante dell’ISS. Insieme a lui ci sono lo statunitense Francisco Rubio e il russo Dmitrij Petelin, entrambi al primo volo. Rubio – il primo americano a viaggiare a bordo di una nave russa dall’offensiva contro l’Ucraina – è stato il primo a mettere piede sulla stazione, seguito subito dopo dai compagni, e insieme si sono uniti ai 7 colleghi già a bordo tra cui l’italiana Samantha Cristoforetti.

Tra pochi giorni proprio l’astronauta italiana diverrà comandante della Iss mentre l’attuale comandante, Oleg Artemyev, rientrerà sulla Terra con i colleghi Denis Matveev e Sergey Korsakov. Il 3 ottobre, poi, l’arrivo dell’equipaggio della Crew Dragon segnerà il ritorno a casa di Cristoforetti e degli americani Bob Hines, Kjell Lindgren e Jessica Watkins mentre Prokopiev diventerà il nuovo comandante. 

A bordo della Crew Dragon ci sarà anche Anna Kikina, cosmonauta russa che viaggerà a bordo di una navicella americana, oltre che prima astronauta russa nello spazio e prima a donna a bordo di un veicolo spaziale della SpaceX di proprietà di Elon Musk.

di: Francesca LASI

aggiornamenti di: Alessia MALCAUS

FOTO: ANSA/EPA/YURI KOCHETKOV