17,3 milioni di dollari: a tanto ammonterebbero le cifre in denaro e i regali accettati da Fu Zhenghua durante le sue cariche pubbliche

L’ex ministro della Giustizia cinese, Fu Zhenghua, è stato condannato a morte per abuso di potere e corruzione.

A pronunciare la sentenza è stato il tribunale intermedio del popolo di Changchun, nella provincia di Jilin. Fu, che in passato ha ricoperto anche il ruolo di capo dell’Ufficio municipale della pubblica sicurezza di Pechino e viceministro della Pubblica sicurezza, avrebbe approfittato della sua autorità per guadagni personali, accettando tangenti in denaro e regali da parenti.

Secondo le stime fornite dai pubblici ministeri, avrebbero ricevuto tangenti per un valore complessivo di 117 milioni di yuan, 17,3 milioni di dollari.

di: Alessia MALCAUS

FOTO: SHUTTERSTOCK