ANSA/MIKE PALAZZOTTO

L’inchiesta della Procura di Catania ha coinvolto anche un medico del San Marzo e un imprenditore locale

Barbara Mirabella, candidata alle Regionali per un posto da deputata all’Assemblea regionale siciliana nelle liste di Fratelli d’Italia, è stata posta agli arresti domiciliari per corruzione.

L’inchiesta, che coinvolge anche un medico e un imprenditore, è svolta dalla mobile della questura di Catania e coordinata dalla Procura della città siciliana. Il gip ha disposto anche l’interdizione per 12 mesi nei confronti di Francesco Basile, direttore dell’Uoc di Chirurgia dell’azienda ospedaliera San Marco, per 14 reati di falso, due reati di corruzione e due di concussione; e la sospensione per 12 mesi dall’attività imprenditoriale per l’imprenditore Giovanni Trovato per corruzione. 

Mirabella ha in passato ricoperto la carica di assessore alla Cultura e Pubblica Istruzione nella giunta del Comune di Catania presieduta da Salvo Pogliese.

di: Alessia MALCAUS

FOTO: ANSA/MIKE PALAZZOTTO