EPA/LEO LA VALLE

Nel piano dei quattro arrestati rientrava anche l’uccisione del capo de La Cámpora

Anche il figlio della vicepresidente argentina Cristina Fernández de Kirchner, Máximo Kirchner, era tra i bersagli del tentato assassinio.

Lo rivela il quotidiano Pagina 12 di Buenos Aires citando un messaggio rinvenuto sul cellulare di Gabriel Carrizo, uno dei quattro arrestati per il tentato attentato dello scorso 1° settembre, oltre a Fernando Sabag Montiel, Brenda Uliarte e Agustina Diaz.

Questa volta stiamo pensando di uccidere il capo de La Cámpora” reciterebbe il messaggio incriminato riferito proprio a Máximo Kirchner.

di: Alessia MALCAUS

FOTO: ANSA/EPA/LEO LA VALLE