SHUTTERSTOCK

Il regista smentisce le voci secondo le quali avrebbe lasciato la Settima Arte dopo le riprese del film Wasp 22

Woody Allen non lascia il cinema. Il regista newyorkese smentisce le indiscrezioni circolate nei giorni scorsi secondo le quali avrebbe salutato la Settima Arte dopo il film Wasp 22.

«Mai detto che vado in pensione» afferma lapidario il cineasta nel comunicato diffuso dopo l’intervista della testata spagnola La Vanguardia che ha fatto il giro del mondo.

«Non ha mai detto che si ritira, né ha detto che sta scrivendo un altro romanzo. Ha detto che stava pensando di non fare film perché fare film che vanno direttamente o molto velocemente in streaming non lo diverte, visto che è uno che ama l’esperienza del cinema al cinema» si legge nel comunicato, nel quale si precisa che Allen “al momento non ha intenzione di andare in pensione ed è molto eccitato di essere a Parigi a girare il suo nuovo film, che sarà il 50esimo della sua carriera”.

L’equivoco sembra essere nato da una frase pronunciata dal regista, che a proposito di Wasp 22 avrebbe detto: «la mia idea, in linea di principio, è di non fare più film e concentrarmi nella scrittura».

Non è, però, la prima volta che Woody Allen esprime pensieri di questo tipo. A fine giugno, in una diretta Instagram con Alec Baldwin, il regista aveva detto che girare film non gli piaceva più “ora che non si esce più nelle sale”.

di: Francesca LASI

FOTO: SHUTTERSTOCK