tempesta alaska

Inondazioni, raffiche di vento fino a 140 km/h e mareggiate preoccupano la popolazione

Sull’Alaska occidentale si sta abbattendo una delle tempeste più potenti registrate in questo periodo dell’anno da decenni. Si tratta di una perturbazione alimentata dalla dispersione del tifone del Pacifico Merbok, che fino ad ora ha portato con sé ondate di maltempo e inondazioni.

Le raffiche di vento hanno persino strappato alcune case dalle fondamenta e si prevede che la tempesta non si esaurirà prima di domani. Come ha precisato il National Weather Service, l’allerta comprende “onde estreme, mareggiate, raffiche di vento da uragano, erosione costiera e piogge intense“.

Come ha riferito all’AFP Rick Thoman, climatologo dell’Università dell’Alaska-Fairbanks, nel villaggio costiero di Golovin ad esempio “l’acqua circonda la scuola, le case e le strutture sono allagate, almeno un paio di case (sono) galleggianti dalle fondamenta”.

Per Thoman si tratta “senza dubbio della tempesta più forte degli ultimi 50 anni nel Mare di Bering a questo punto dell’autunno“.

di: Marianna MANCINI

FOTO: ANSA/EPA/NOAA