camorra

Il 67enne era nascosto nel suo Paese natale ed è accusato dell’omicidio del cugino del boss Paolo di Lauro

È stato arrestato, dopo una latitanza iniziata lo scorso gennaio, Antonio Pezzella, presunto affiliato del clan camorristico Amato-Pagano. Il 67enne, fermato a Casavatore in provincia di Napoli, era un percettore del reddito di cittadinanza.

Pezzella è gravemente indiziato per l’omicidio e l’occultamento del cadavere di Gaetano De Pascale, cugino del boss Paolo di Lauro assassinato nel corso della “prima faida di Scampia” nel 2004.

Pezzella è stato arrestato in un’abitazione del suo Comune natale; per risalire alla sua posizione il Nucleo Investigativo del Comando provinciale di Napoli ha protratto una complessa indagine monitorando i flussi bancari dell’uomo e la sua presenza online.

di: Marianna MANCINI

FOTO: ANSA/CESARE ABBATE