ANSA/ EPA/SERGEY DOLZHENKO

La presidente della Commissione europea spinge sull’invio di armi a Kiev

La presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen si è recata in visita a Kiev: è la terza volta dall’inizio dell’invasione dell’Ucraina da parte della Russia.

«È assolutamente necessario sostenere l’Ucraina militarmente con tutti i mezzi di cui ha bisogno – ha dichiarato von der Leyen durante il punto stampa con il presidente ucraino Volodymyr Zelensky – Non compenseremo mai i vostri sacrifici, ma saremo al vostro fianco finché necessario, saremo amici per sempre. Devo dire di essere impressionata nel vedere quanto è cambiata in meglio la città, la vita è tornata a Kiev».

«Se dicono che hanno bisogno di carri armati da combattimento, allora dovremmo prenderli sul serio e fornirglieli – ha continuato la presidente della Commissione Ue durante un’intervista a Bild Sono favorevole a che gli Stati europei forniscano ciò di cui l’Ucraina ha effettivamente bisogno. Gli ucraini stanno dimostrando che possono difendersi da soli se hanno i mezzi militari giusti».

La Germania si era detta contraria a fornire carri armati tedeschi a Kiev, come i Leopard 2.

Von der Leyen ha poi aggiunto che ritiene “importante che Putin perda questa guerra e si assuma la responsabilità delle sue azioni”. La presidente della Commissione Ue, inoltre, ritiene “possibile” che il capo del Cremlino venga processato per crimini di guerra dalla Corte penale internazionale.

di: Francesca LASI

FOTO: ANSA/ EPA/SERGEY DOLZHENKO