SHUTTERSTOCK R. KELLY

Il cantante r’n’b era già stato condannato a 30 di carcere per abusi sessuali su donne e minorenni

Si è trovato di nuovo di fronte a un giudice R. Kelly, noto cantante americano già condannato a 30 anni per abusi sessuali su donne e minorenni. Questa volta una giuria di Chicago ha giudicato l’artista colpevole di tre capi di imputazione di pornografia a danni di minori, assolvendolo da un quarto capo.

Oltre a ciò, la star è stata ritenuta colpevole anche di tre dei cinque capi di imputazione per adescamento di minorenni per attività sessuale. Infine, R. Kelly è stato assolto dall’accusa di aver cospirato per ostacolare la giustizia nell’ambito di un processo risalente al 2008.

di: Marianna MANCINI

FOTO: SHUTTERSTOCK