EPA/CRISTOBAL HERRERA-ULASHKEVICH

Il ragazzo aveva chiamato il 911 perché era rimasto impantanato con l’auto in una strada sterrata

Un 22enne nero è morto, ucciso dagli agenti di polizia, in Colorado.

Christian Glass, questo il nome del ragazzo, aveva chiamato il 911 dopo che la sua auto era rimasta bloccata in una strada sterrata. quando gli agenti sono arrivati sul posto hanno minacciato, colpito con un taser e ucciso il 22enne. La polizia aveva giustificato la fine tragica del ragazzo sostenendo che Glass avrebbe aggredito gli agenti con un coltello.

Tesi smentita dalle immagini della bodycam dei poliziotti, che mostrano invece il momento in cui gli agenti chiedono al 22enne di scendere dall’auto e vedono che all’interno della vettura sono presenti un coltello e un martello. A questo punto Glass si dice disposto a lanciarli dal finestrino, ma gli agenti gli intimano di non farlo e di uscire dall’auto. Glass alza allora le mani per dimostrare di essere disarmato, fa anche il segno del cuore e manda dei baci agli agenti che, dopo un’ora, decidono di sfondare il finestrino e colpiscono con una taser il 22enne che a quel punto urla e impugna il coltello. Un poliziotto reagisco sparandogli addosso cinque volte.

di: Flavia DELL’ERTOLE

FOTO: EPA/CRISTOBAL HERRERA-ULASHKEVICH