ANSA/EPA/CHRISTINE OLSSON SWEDEN OUT

La leader del Partito Socialdemocratico ha riconosciuto la vittoria dell’ultradestra guidata da Åkesson

La premier svedese Magdalena Andersson, leader del Partito Socialdemocratico, si è dimessa dopo aver riconosciuto la vittoria della coalizione di estrema destra trainata dai Democratici Svedesi di Jimmie Åkesson.

L’annuncio è arrivato in diretta tv mentre era ancora in corso lo spoglio degli ultimi voti delle elezioni politiche tenutesi domenica 11 settembre.

Era da quasi un secolo che l’estrema destra non vinceva nel Paese: a dare lo slancio alla coalizione è stata la formazione di Åkesson, che si è imposta come secondo partito al Riksdag con il 20,6% dei voti. Andersson, prima premier donna della Svezia, pur essendo riuscita da sola a conquistare il 30,4% delle preferenze, piazzandosi prima, ha rassegnato le dimissioni a scrutinio non ancora ultimato.

Il Partito Moderato di Ulf Kristersson arriva terzo con il 19% dei voti.

di: Francesca LASI

FOTO: ANSA/EPA/CHRISTINE OLSSON SWEDEN OUT