REBIBBIA

L’84enne è stata incarcerata per aver accoltellato il marito, ora verrà trasferita grazie all’intervento della garante dei detenuti

L’ex sarta di Sofia Loren, incarcerata a Rebibbia per aver accoltellato il marito alla schiena, verrà trasferita dal carcere a un convento di suore su suggerimento della garante dei detenuti capitolina.

La donna è stata prelevata da casa sua dopo l’aggressione in pigiama, e non le è stato dato nemmeno il tempo di prendere la dentiera, come riporta la garante Gabriella Stramaccioni. «Non si può mettere in carcere chi ha superato i 70 anni. Le soluzioni vanno trovate prima in modo da evitare la detenzione a chi abbia superato l’età», ha rimarcato.

L’aggressione si è consumata nella notte tra il 9 e il 10 agosto: a seguito di una lite con grida, minacce e insulti, la donna ha colpito con un coltello il marito 83enne. I due avevano un rapporto conflittuale da anni. L’uomo è stato ricoverato in codice giallo ma sembra essere fuori pericolo.

di: Micaela FERRARO

FOTO: ANSA/GIUSEPPE LAMI