fukushima

Si tratta di condensatori e alimentatori per illuminazione che contengono alte concentrazioni di bifenili policlorurati o policlorobifenili

Questa mattina rifiuti chimici tossici che erano stati immagazzinati vicino alla centrale nucleare di Fukushima in Giappone sono stati trasferiti a Muroran, nella prefettura di Hokkaido, a Nord. Saranno detossificati.

Si tratta perlopiù di condensatori e alimentatori per illuminazione, che contengono alte concentrazioni di bifenili policlorurati o policlorobifenili, Pcb.

di: Micaela FERRARO

FOTO: SHUTTERSTOCK