ANSA/ COMITATI LOCALI QABUN

Gli oppositori ad Assad si schierano contro Ankara dopo la richiesta di “riconciliazione”

Giornata di manifestazioni in Siria dove centinaia di oppositori al presidente Al Assad hanno alzato la voce contro la Turchia dopo che ieri il ministro degli Esteri turco Mevlut Cavusoglu aveva affermato che l’unico modo per trovare una “pace permanente” è portare l’opposizione a dialogare con il regime di Damasco.

I siriani stanno bruciando bandiere turche e gridando slogan contro Ankara: da anni l’esercito turco si trova in queste zone a sostegno degli oppositori ad Assad e ha appoggiato militarmente i ribelli sunniti con quattro operazioni militari in territorio siriano contro lo Stato islamico e i ribelli curdo-siriani.

di: Micaela FERRARO

FOTO: ANSA/ COMITATI LOCALI QABUN