ANSA/ETTORE FERRARI

Il messaggio del Presidente della Repubblica per il 78esimo anniversario della tragedia

«Sono trascorsi settantotto anni dai giorni dell’eccidio nazifascista compiuto nelle frazioni di Stazzema. L’orrore ha colpito le nostre terre, la nostra gente, a testimonianza degli effetti di ideologie perverse nemiche della dignità e della libertà delle persone», afferma il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella in occasione del 78esimo anniversario dell’eccidio di Sant’Anna di Stazzema.

«Gli assassini, ufficiali e militari delle SS, che compirono la strage aiutati da fascisti della zona, manifestarono fino in fondo inconcepibile disumanità, colpendo centinaia di persone innocenti, trucidando anziani, donne, bambini, sterminati con ferocia, lasciando corpi martoriati e bruciati», ha aggiunto il Presidente, sottolineando che il popolo italiano “deve grande riconoscenza ai pochi testimoni sopravvissuti, ai familiari delle vittime, a quanti si sono impegnati negli anni a ricostruire circostanze ed eventi, a ricomporre le storie individuali“.

di: Federico ANTONOPULO

FOTO: ANSA/ETTORE FERRARI