ANSA/Flavia Mazza

Si trovava sul trasporto ad Alta Velocità Reggio Calabria-Milano. Tre feriti, colpita anche ambulanza

Un uomo, di origini straniere, mentre viaggiava sul treno ad Alta Velocità Reggio Calabria-Milano, ha tirato il freno di emergenza per bloccare il convoglio e, appena sceso, ha iniziato a lanciare pietre raccolte in autostrada A1 fra Lodi e Casalpusterlengo, danneggiando una 30ina di auto.

Appena arrivati gli agenti, l’uomo si è minacciato di ferirsi con un taglierino, ma è stato fermato con il taser.

All’uomo potrebbero essere tre i reati contestati: attentato alla sicurezza dei trasporti, interruzione di pubblico servizio e esistenza a pubblico ufficiale.

Trasportato in ospedale, è stato sedato e dimesso. Attualmente si trova in una cella di sicurezza e domattina si deciderà come proseguire nei suoi confronti.

Secondo il procuratore della Repubblica Domenico Chiaro, il suo è stato il “gesto di una persona alterata e solo con ulteriori approfondimenti se ne potrà sapere di più”.

«C’era questo pazzo in piedi sui new jersey che lanciava roba a tutti, cartelli stradali, quello che trovava. Ho visto questo e dopo un secondo mi è esploso il parabrezza», ha affermato una testimone.

Tre persone sono rimaste ferite e il traffico è in tilt: si registrano 5 km di coda in direzione Bologna. Colpita anche un’ambulanza.

di: Federico ANTONOPULO

FOTO: ANSA/Flavia Mazza