ANSA/RICCARDO ANTIMIANI

È stato fermato dalla polizia alla dogana Chiasso-Brogeda per aver superato le auto in fila usando il dispositivo d’emergenza

Vittorio Sgarbi è stato chiaro: in Svizzera “non ci torno più“, ha affermato il critico d’arte dopo esser stato multato dalla polizia per avere superato le auto incolonnate alla dogana Chiasso-Brogeda, usando il lampeggiante.

Sgarbi si difende: «L’auto col lampeggiante ce l’ho per le minacce della mafia, il mio autista ha la qualifica di agente di Ps…».

Sui social è polemica e lui ha risposto lamentandosi del “trattamento” ricevuto”, sottolineando la lunga attesa per il controllo dei documenti.

Nonostante abbia affermato chiaramente che con la Svizzera ha “chiuso”, dovrà pagare 500 euro di multa.

di: Federico ANTONOPULO

FOTO: ANSA/RICCARDO ANTIMIANI