aereo

L’uomo, aiutato da un collega, ha praticato alla piccola le manovre di rianimazione pediatrica disostruendole le vie respiratorie

Eroico salvataggio a bordo di un volo di linea diretto a Palermo, dove una bambina di 11 anni ha cominciato a presentare difficoltà respiratorie. Vedendo la figlia soffocare, la madre ha chiesto aiuto e subito si è prestato un vigile del fuoco che si trovava casualmente a bordo del volo.

Il 33enne Francesco Aiello, normalmente in servizio a Gorgonzola nel milanese, era in viaggio con la sua famiglia per le vacanze in Sicilia. Chiamato in soccorso insieme al collega Giacomo Cavaretta, l’uomo ha praticato alla piccola due minuti di manovre di rianimazione pediatrica, salvandole la vita.

«La bambina era esanime, faceva impressione – ha spiegato Aiello che, come vigile del fuoco, ha seguito tutti i corsi di formazioni di primo soccorso. – Qualcosa ostruiva la respirazione e ho cominciato le manovre di rianimazione pediatrica con il massaggio cardiaco. Con il collega l’abbiamo adagiata a terra mettendole il capo in posizione neutra per rendere maggiormente accessibili le vie respiratorie».

«Avevamo tutti gli occhi puntati su di noi, ma ci siamo estraniati da quello che ci circondava per concentrarci solo sulla bimba» racconta.

di: Marianna MANCINI

FOTO: ANSA/ TELENEWS