In una lettera al fidanzato ha scritto: “mi dispiace. Sei la cosa più bella che mi poteva accadere”

Dramma nel carcere di Montorio, Verona, dove una detenuta 27enne si è tolta la vita lo scorso 2 agosto inalando il gas di un fornelletto.

Donatella, ragazza di origine albanese, ha lasciato una lettera al marito per chiarire i motivi: «Leo amore mio, mi dispiace. Sei la cosa più bella che mi poteva accadere e per la prima volta in vita mia penso e so cosa vuol dire amare qualcuno ma ho paura di tutto, di perderti e non lo sopporterei. Perdonami amore mio, sii forte, ti amo e scusami», ha scritto la 27enne.

Detenuta per una serie di furti, era stata affidata in comunità da cui però si è allontana. Grazie all’intervento del suo legale, era in attesa che venisse predisposta una misura alternativa al carcere, includendo un programma terapeutico vigilato dal Sert.

di: Federico ANTONOPULO

FOTO: PIXABAY