trump fox news

Il canale di Murdoch, tradizionalmente fedelissimo all’ex presidente, comincia a prendere le distanze dal tycoon, anche a causa di un problema legale da miliardi di dollari

La lunga storia d’amore fra Donald Trump e Fox News potrebbe essere al capolinea. Come ha evidenziato il New York Times, infatti, sono oltre 100 giorni che il tycoon non viene invitato nei salotti del canale, in passato sempre in prima linea nel fare da cassa di risonanza all’ex presidente.

A colpire l’attenzione dei media è stato anche uno degli ultimi discorsi di Trump, ignorato dal network che ha invece dato spazio anche agli altri candidati repubblicani, trasmettendo in diretta e per intero anche un intervento del suo ex vice e oggi avversario Mike Pence e riportando la campagna del governatore della California Ron DeSantis.

Secondo diversi rumors i dissapori potrebbero avere natura legale; il canale sarebbe infatti coinvolto in una causa da miliardi di dollari con Dominion Voting Systems per aver accusato la società di macchine per il voto di aver manomesso le elezioni del 2020.

Anche per questo il magnate di Fox Rupert Murdoch starebbe prendendo le distanze dalle continue accuse di brogli elettorali tutt’oggi reiterate da Trump.

Lo stesso editore ha dato spazio in due delle sue testate (il New York Post e il Wall Street Journal) a feroci attacchi contro Trump. Righe al veleno che hanno definito Trump rispettivamente “indegno di essere di nuovo l’amministratore delegato di questo paese” e come “presidente rimasto fermo al 6 gennaio“.

Questa settimana il Washington Post ha riferito che Murdoch “ha perso il suo entusiasmo” per Trump.

Secondo l’osservatorio della stampa Media Matters for America non si tratterebbe però di una rottura, quanto più di un cambio di toni. In questi primi 6 mesi dell’anno infatti Trump è stato menzionato ben 8.556 volte da Fox News, a differenza di Pence e DeSantis che hanno rispettivamente ricevuto 589 e 1.083 menzioni.

di: Marianna MANCINI

FOTO: ANSA/EPA/JUSTIN LANE