EPA/BANDAR ALJALOUD/SAUDI ROYAL COURT

I rivali politici non mancano di criticare la decisione del presidente di tenere una cena all’Eliseo con Muhammad bin Salman

Questa sera Emmanuel Macron riceverà all’Eliseo per una cena di lavoro il principe ereditario saudita Muhammad bin Salman, giunto ieri sera all’aeroporto di Orly.

Ad accoglierlo all’arrivo per la sua prima visita nell’Unione Europa dall’omicidio del giornalista Jamal Khashoggi avvenuto nel 2018 c’era il ministro dell’Economia, Bruno Le Maire.

L’arrivo, e la cena in particolare, tuttavia, non sono prive di polemiche da parte dei rivali politici del presidente francese. «Che cosa ci sarà nel menu della cena tra Emmanuel Macron e MSB? Il corpo smembrato del giornalista Khashoggi ? Il caos climatico ? La pace e i diritti umani? No! Petrolio e armi! Esattamente il contrario di ciò che bisogna fare» – scrive su Twitter l’europarlamentare di Europe Ecologie Les Verts (EELV).

L’ex candidato ecologista alle presidenziali, Yannick Jadot, critica la la decisione di Macron di ricevere il principe nel palazzo presidenziale. Tenta di difenderlo Aurore Bergé, capogruppo del partito macronista all’Assemblea nazionale (Renaissance) che ha Franceinfo fa sapere di ritenere “importante che il presidente francese possa ricevere coloro che sono di fatto i suoi interlocutori. Tanto più in un contesto che conosciamo, legato alla crisi ucraina e alle sfide energetiche importanti che abbiamo dinanzi a noi“.

Anche la fidanzata di Khashoggi Hatice Cengiz ha espresso indignazione per la decisione di Macron: «sono scandalizzata e indignata per il fatto che Emmanuel Macron riceva con tutti gli onori il carnefice del mio fidanzato» – ha detto, riferendosi all’inchiesta turca e della Cia secondo la quale Muhammad bin Salman avrebbe avuto un ruolo nell’omicidio del giornalista avvenuto a Istanbul nel 2018.

di: Alessia MALCAUS

FOTO: ANSA/EPA/BANDAR ALJALOUD/SAUDI ROYAL COURT