Secondo William Burns non ci sono riscontri evidenti per affermare che il presidente russo sia malato

Non ci sono prove sufficienti per dimostrare che il presidente della Federazione russa Vladimir Putin sia malato.

A sostenerlo è il numero uno della Cia: «non ci sono informazioni sul fatto che Vladimir Putin sia instabile o in cattive condizioni di salute» – ha affermato William Burns.

A dare adito alle speculazioni sono i giornali che citano presunti rapporti di intelligence occidentali. Lo scorso marzo ne aveva parlato il Daily News, tra le ipotesi avanzate c’erano la demenza e il parkinson, seguite dalla possibilità di un cancro.

Ad aprile Newsweek riferiva di cure per un tumore in stadio avanzato, malattia riportata da un rapporto riservato redatto dall’intelligence degli Stati Uniti.

A maggio il capo dell’intelligence ucraina, il generale maggiore Kyrylo Budanov, aveva confermato la tesi del cancro senza fornire alcuna prova, mentre era poi arrivato il ministro degli Esteri russo Sergei Lavrov a smentire tutto.

di: Alessia MALCAUS

FOTO: ANSA