IMAGOECONOMICA

Inventava problemi di assegnazione di immobili venduti a prezzi e condizioni vantaggiosi: così una agente immobiliare ha racimolato 160 mila euro

Una agente immobiliare di 52 anni, Maria Grazia Caggegi, è finita agli arresti domiciliari per truffa nell’ambito di attività di vendita di immobili nelle province di Palermo, Trapani e Messina.

L’ordinanza è stata eseguita dai finanzieri del comando provinciale di Palermo su provvedimento del gip che ha altresì disposto il sequestro preventivo di 160 mila, frutto della presunta truffa, e l’interdizione dall’esercizio di attività imprenditoriali per 12 mesi,

Stando a quanto emerso durante le indagini dell’operazione “Money for nothing”, la donna faceva credere alle sue vittime di essere un avvocato e di avere conoscenze tra le alte cariche degli uffici giudiziari di Palermo, proponeva poi l’acquisto di immobili a prezzi e condizioni vantaggiosi. Inventando problemi in merito all’assegnazione degli immobili, poi, chiedeva ai clienti somme per cancellare “sopraggiunte” pendenze penali ovvero improvvise iscrizioni ipotecarie.

La ricostruzione è stata basata sulle testimonianze e sulle analisi delle movimentazioni bancarie e le acquisizioni documentali.

di: Alessia MALCAUS

FOTO: IMAGOECONOMICA