PIXABAY

Il picco massimo previsto per il 13 luglio è alle ore 20:37 a una distanza dalla Terra di 357.418 chilometri

Precisamente un anno dopo l’ultima sua apparizione, il 13 luglio la luna sarà evidente nel cielo visibile al satellite, fenomeno astronomico conosciuto come Superluna, momento specifico nel quale la luna si trova al perigeo, il punto più vicino alla Terra ad una distanza di 361.885 chilometri.

Non è un fenomeno raro, ma è necessario che coincida la fase lunare piena e che il satellite si trovi nel punto più vicino alla Terra.

La Luna ci apparirà più grande del 14% e fino al 30% più luminosa rispetto alle lune piene “standard” con un picco massimo previsto per il 13 luglio alle ore 11:09 di mattina, quando la Luna raggiungerà il perigeo per poi entrare nella fase di piena alle ore 20:37; bisognerà attendere le 21.20 per poterla osservare dalla Terra, precisamente volgendo lo sguardo in direzione Sud-Est.

Ma anche stelle cadenti e pianeti: tra il 10 e il 28 luglio si potranno osservare da una serie di sciami di meteore che potremo vedere tranquillamente complice la luna bassa all’orizzonte. Da Pegasidi alle Capricornidi, dalle Aquilidi alle Cignidi: ce ne sono per tutti i gusti.

In alternativa ci si potrà godere lo spettacolo di Saturno e Giove, entrambi al periodo di migliore osservabilità dell’anno.

di: Federico ANTONOPULO

FOTO: PIXABAY