marracash

Le Targhe Tenco saranno consegnate nella consueta cerimonia all’Ariston il prossimo ottobre

Sono state consegnate le targhe del Premio Tenco, il riconoscimento assegnato ai migliori dischi italiani di canzone d’autore. I vincitori nominati dalla giuria nelle principali categorie sono Marracash, Ditonellapiaga, Simona Molinari, Elisa insieme a Davide Petrella, gli ‘A67 e Ferdinando Arnò.

Il primo premio è andato proprio al rapper che con Noi, loro, gli altri si aggiudica la Targa Tenco per il Miglior album in assoluto, con 53 voti. Dietro di lui si sono piazzati Cristina Donà con DeSidera, Giovanni Caccamo con Parola, Max Manfredi con Il grido della fata, Erica Boschiero con Respira e Federico Sirianni con Maqroll.

Ditonellapiaga, esordiente anche a Sanremo, ha vinto la sezione Opera prima con il disco Camouflage (51 preferenze). Nella categoria concorrevano anche Djelem Di Mar con Voci oltre, Blanco con Blu Celeste, Isotta con Romantic Dark e Ariete con Specchio.

Il premio per la Miglior canzone è andato, con 53 voti, a O forse sei tu scritta da Elisa Toffoli (che ne è anche interprete) insieme a Davide Petrella. In lizza per il premio c’erano anche Tiritera delle canzoni che volano cantata da Alessandro D’Alessandro con Elio & David Riondino, Ok Boomer cantata da The Zen Circus feat. Brunori Sas, Desiderio cantata da Cristina Donà, In fondo al ‘900 da Andrea Tarquini e Freccia da Rancore.

Per la categoria Interpreti di canzoni invece vince il primo premio Simona Molinari con Petali. In finale anche Olden con Questi anni – Dieci brani inediti di Gianni Siviero, Peppe Barra con Cipria e caffè, Cristina Zavalloni con Parlami di me – Le canzoni di Nino Rota e Mario Venuti con Tropitalia.

La Targa Tenco per l’Album collettivo a progetto, che premia il produttore, è andata al disco The Gathering (quiet) prodotto da Ferdinando Arnò.

Infine, la categoria per il Miglior album in dialetto, premio vinto dagli A67 con Jastemma. In concorso anche James Senese con James is back, Nino D’Angelo con Il Poeta che non sa parlare, Davide Van De Sfroos con Maader Folk e Manutsa con Parru cu tia (La voce delle donne).

Le targhe, per ora solo assegnate, saranno consegnate ai vincitori con una cerimonia che andrà in scena al Teatro Ariston di Sanremo dal 20 al 22 ottobre.

di: Marianna MANCINI

FOTO: ANSA/ YURI LAUDADIO